Mindfulness in movimento

Domenica 13 Febbraio - Domenica 27 Marzo dalle 9,30 alle 12,00 e dalle 13,00 alle 16,00

Percorsi di consapevolezza in cui vengono miscelate armoniosamente pratiche di consapevolezza come Mindfulness & Feldenkrais®

Lo scopo è incontrar-si nella verità del momento presente in modo gentile e pacificante, ridurre lo stress e purificare la mente dal continuo chiacchiericcio interiore, accettare e apprezzare la propria natura corporea, con un atteggiamento non giudicante nei riguardi dei processi corporei e mentali, orientandosi verso le giuste azioni che riducano la sofferenza e ci portino a vivere una vita più piena, più etica e più saggia.

Mindfulness è associata generalmente alla meditazione in posizione seduta, Feldenkrais cattura l'essenza della mindfulness attraverso il movimento, è attenzione durante l'azione.

Il pensiero evoca la mente, e il movimento evoca il corpo. Le due pratiche ci aiutano a superare il pregiudizio culturale che vuole la mente superiore al corpo. Il movimento e l'azione formano il sistema attraverso cui il corpo conosce, si identifica, ricorda e contempla sè stesso.

"Sedere in meditazione è un radicale atto di amore nei confronti di se stessi". (Jon Kabat Zinn)

"Mentre stare seduti su un cuscino o inginocchiati a pregare porta intuizioni contemplative e molti benefici alla salute, il modo in cui ci alziamo dal cuscino, dal pavimento o dalla panca e ci muoviamo nella vita quotidiana richiede un corpo che respiri, si muova, percepisca e si relazioni. la riflessione senza azione non cambia nulla, perchè il ciclo retroattivo di esperienza contemplativa interiore e azione contemplativa esterna ci chiede di stare al passo, di mantenere la sequenza in modo che il corpo metta letteralmente in atto l suo stato risvegliato. solo allora l'illuminazione diventa davvero una luce nel mondo, che illumina tutto, dentro e fuori di noi" (Christine Caldwell - Bodyfulness)

Se ci fosse un "muscolo mindfulness", potremmo dire che sia il Metodo Feldenkrais® che la meditazione sono strumenti per rafforzarlo.

I benefici delle pratiche includono l'essere più presenti, creativi, meno reattivi nei conflitti, sentirsi fisicamente e mentalmente più spaziosi e aperti, include la partecipazione non giudicante ai processi del corpo, accettazione e apprezzamento della propria natura corporea.