DIFESA VERBALE

DIFESA VERBALE

 conduttore e relatore: Gualtiero Giorgini.

Presentazione a ingresso libero: sabato 6 Luglio ore 18.00 c/o libreria LOVAT a Villorba.
 
Seminario esperienziale: 
sabato 27 Luglio c/o Centro Spazio Zero a Silea.  

Per non essere succubi o vittime, all’interno di una situazione/scena, è necessario comprenderla, capire come funzionano le relazioni fra le persone/personaggi, e “sperimentare”, insieme agli altri, i risultati di nuove possibilità di “re-azione”.

Con l’aiuto di altre “esperienze”, gentilmente prese in prestito sia dal training teatrale che dalle arti marziali, il percorso punta a chiarire e comprendere il funzionamento di queste “abitudini”, in modo da poterle elaborare e realizzare poi, “sul campo”, reazioni diverse da quelle (appunto) abituali.

La nostra prima reazione a quella che per comodità qui chiameremo “offesa”, è in realtà solo l’ultimo aspetto di una serie di “abitudini” consolidate nel corso delle nostre precedenti “esperienze”.

Non è richiesta nessuna preparazione specifica di nessun tipo.

richiesto abbigliamento comodo adatto ad attività fisica di lieve intensità e calze comode possibilmente non scivolose.

PERCHE'? Per non restare inermi e senza parole davanti a qualsiasi situazione verbalmente difficile da gestire.

COS'E'?:  l’analisi degli schemi di azione/reazione in presenza di aggressione soprattutto verbale ed elaborazioni pratiche delle possibili strategie da adottare per gestire le situazioni a proprio favore.

COSA NON E'? una ricetta rapida per sconfiggere velocemente un aggressore verbale.

Come funziona: esercizi e improvvisazioni di training teatrale e marziale, e realizzazione delle possibili relazioni fra “aggressione” e “difesa”. 

Gualtiero Giorgini, attore, regista e autore teatrale, da una quindicina d’anni si occupa di formazione nell’ambito della pedagogia teatrale: (movimento scenico, improvvisazione, interpretazione, lettura corretta, ecc.), con particolare attenzione alle necessità di consapevolezza dell’Attore e dei suoi strumenti.