Biodinamica Craniosacrale

La salute è l’espressione della vita, in ognuno di noi esiste una notevole e intrinseca capacità di riorganizzazione continua, riequilibrio e auto-guarigione. La tecnica  Craniosacrale aiuta questo processo di auto-guarigione profondo nel rispetto della persona.

Su questo principio fonda le sue basi la tecnica Cranio-Sacrale, che si è sviluppata dall’osteopatia ad opera del Dott. W.G. Sutherland, osteopata americano che intorno alla fine dell’800 ha osservato che le ossa del cranio possiedono una mobilità ciclica.

La sua ricerca ha poi rilevato che questa mobilità ciclica è presente in tutto il corpo e che questi movimenti, percepibili da qualunque mano esperta e misurabili con strumenti scientifici sensibili, sono una diretta espressione della salute del sistema. Col proseguire della pratica e della ricerca è risultato evidente che questi movimenti sono collegati, non solo alla salute fisica, ma anche alla salute mentale ed emotiva.

Nel delicato approccio Craniosacrale si riconosce che le forze di auto guarigione sono veicolate nel corpo attraverso una serie di ritmi “sottili”, che esprimono il cosiddetto “respiro della vita”, o “movimento respiratorio primario”,  che in una persona sana è un movimento simmetrico, equilibrato e ritmico associato alla produzione e al riassorbimento del liquido cefalorachidiano all’interno del Sistema Craniosacrale.

Attraverso l’ascolto di questi movimenti ritmici, gli operatori in craniosacrale possono facilitare il cambiamento nelle zone di restrizione del movimento, in cui la forza vitale ha maggior difficoltà ad esprimersi. Queste restrizioni potrebbero dar luogo a disturbi e malattie.

La nostra forma fisica racchiude in sé l’intera storia della nostra vita. Una parte integrante del lavoro CS consiste nello sviluppare la consapevolezza di questa storia e di come essa ci stia influenzando.

COS’E’ IL SISTEMA CRANIOSACRALE?

Il sistema Craniosacrale è un sistema fisiologico funzionale, riconosciuto di recente, caratterizzato da un’attività ritmica che ci accompagna per tutta la vita. E’ costituito da un’insieme di membrane (meningi) che circondano il Sistema Nervoso Centrale (cervello e midollo spinale) , dalle ossa craniche, dalla colonna vertebrale, dalle fasce connettivali (che dsi iradiano dalle membrane ad ogni parte del corpo) e dal liquido celalo rachidiano. Come il liquido amniotico permette al feto di galleggiare all’interno del sacco amniotico, così il liquido cefalo-rachidiano avvolge, nutre e protegge il cervello e il midollo spinale, permettendo loro di svolgere tutte le ben note funzioni

A CHI SI RIVOLGE?

Il lavoro Craniosacrale si rivolge alla prevenzione e al mantenimento della salute e del benessere sostenendo la vitalità e l’espressione creativa dell’individuo. E’ un approccio così delicato che è adatto a bambini ed anziani, e anche agli adulti in circostanze delicate, o di particolare fragilità.

IN COSA PUO’ AIUTARCI?

  • In quanto disciplina olistica, il trattamento può aiutare in quasi ogni condizione.
  • Aumenta la vitalità e facilita il processo di autorigenerazione del corpo.
  • Il lavoro può essere molto distensivo, di gioia, di movimento o può far emergere aspetti psicosomatici rimossi che sono pronti ad essere superati.
  • E’ indicato per prevenire dolori alla schiena, all’apparato locomotore ed articolare, problemi alla mandibola, mal di testa, sinusiti , allergie, disturbi dell’equilibrio.
  • A volte i benefici sono immediatamente osservabili, altre volte invece diventano evidenti col passare del tempo.
  • Solitamente le sessioni durano 60  minuti.