Metodo Feldenkrais®

Il Movimento è Vita!

  • Ogni essere umano ha in sé un potenziale immenso e il Metodo Feldenkrais®  permette di riscoprire questa risorsa innata attraverso il corpo e il movimento, riscoprendo le azioni e i gesti più vari con una nuova consapevolezza, ponendo l’accento su come agiamo e non su quanto o cosa facciamo. Possiamo imparare facilmente a muoverci in modo più libero e piacevole, con una buona coordinazione , e usando il corpo in modo ottimale e senza sforzo. L’integrazione di tutti noi stessi nell’azione ci restituisce un senso di armonia e di leggerezza, di riconnessione ed unità, in modo del tutto naturale.

·         ADATTO A TUTTI

Adatto a qualsiasi tipo di persona, senza limiti di età, il Metodo offre la possibilità di abbandonare automatismi e cattive abitudini nei movimenti della vita quotidiana, ma permette anche di affinare performance più complesse, come danzare, suonare o praticare sport. È un valido aiuto per chi ha problemi specifici di tipo neuromotorio e ortopedico, dolori muscolari e tensioni, per chi ha problemi posturali o scoliosi, per chi ha subito interventi o traumi da incidenti. Utile come prevenzione, perché incidenti e disturbi sono spesso causati da una cattiva organizzazione

PERCHE’ FUNZIONA CON QUALSIASI PERSONA?

Il vasto campo di applicazioni deriva dal fatto che il Metodo stimola l’innata capacità del sistema nervoso di apprendere, cambiare e migliorare senza limiti, attraverso movimenti semplici, favorendo l’ascolto e l’auto osservazione.

IL SISTEMA NERVOSO E’ PLASTICO E INTELLIGENTE

Tutti i movimenti umani sono appresi, a partire dalla vita intrauterina. L’apprendimento è basato sull’esperienza individuale: ogni individuo impara ad agire con l’ambiente in tempi diversi e con modalità proprie.

Esperienze di traumi, infortuni o stati emotivi particolari possono indurci ad adottare modalità di movimento poco adeguate e abitudini difficili da sradicare.

Con i tempi adeguati e le giuste condizioni il sistema nervoso è in grado di apprendere a qualunque età e in qualsiasi condizione nuovi modi di reagire agli stimoli del mondo esterno, permettendoci di scoprire una nuova libertà di movimento.

OGNI LEZIONE E’ UN PROCESSO DI APPRENDIMENTO CHE PERMETTE DI:

  • Mettere a fuoco i propri schemi posturali, di movimento e di azione, grazie all’ascolto e all’ auto-osservazione
  • Cambiare e migliorare attraverso movimenti semplici che stimolano la nostra capacità di apprendere
  • Diminuire dolore e affaticamento
  • Recuperare i movimenti articolari
  • Respirare liberamente in modo più efficace
  • Individuare gli accumuli di tensione e sovraccarico
  • Imparare a ridurre la tensione muscolare in eccesso, e la compressione cronica fra i dischi intervertebrali.
  • Riattivare gruppi muscolare “dimenticati” e contratti anche in maniera abituale e persistente
  • Scoprire nuove modalità di azione più confortevole ed efficace.

 

·         NO STRESS

I risultati non si ottengono  attraverso esercizi ripetitivi e faticosi allenamenti, bensì grazie all’esecuzione di movimenti piacevoli che coinvolgono l’intera persona. Le combinazioni inusuali delle sequenze danno il tempo di esplorare e di scoprire come distribuire il lavoro muscolare nel modo più economico possibile, al fine di ottenere la massima efficacia con il minimo dispendio di energia… e con grande soddisfazione!

·         Ad hoc

Ogni lezione, di gruppo o individuale, è unica. Tempi e modalità sono guidati dall’esperienza e dalla sensibilità dell’insegnante Feldenkrais, che propone le sequenze di movimento in base alle risposte e ai bisogni degli allievi. Alla fine della lezione le differenze sono spesso sorprendenti.

DUE MODI DI LAVORARE:

LE CAM (Consapevolezza attraverso il movimento) Lezioni di gruppo:

L’Insegnante conduce gli allievi con l’utilizzo della sola voce (non c’è imitazione) proponendo sequenze di movimento che evolvono gradualmente per complessità ed escursione, pur rimanendo nell’ambito di un’attività confortevole, non faticosa e mai forzata

LE IF (Integrazioni Funzionali) Lezioni Individuali

L’insegnante utilizza una tecnica manuale non invasiva per rendere l’allievo consapevole della propria organizzazione funzionale e suggerire nuovi modi per migliorare l’efficienza. Il contatto manuale è rispettoso, gentile, mai orientato a forzare, bensì a creare un ambiente favorevole al’apprendimento somatico. L’allievo è generalmente disteso su un apposito lettino basso.

Alla fine di ogni lezione (sia CAM che IF) le sensazioni, dal piano fisico si trasmettono ad uno stato di benessere generale, emotivo e mentale, permettendoci di gustare  un nuovo modo di stare al mondo!

PECHE’ DIMINUIRE LO SFORZO?

La legge di Weber-Fechner descrive la relazione tra la portata fisica di uno stimolo e la percezione dell’intensità di tale stimolo. Gli studi Weber-Fechner sono il fondamento della psicofisica e poi della psicologia sperimentale nel campo della percezione.

Il Metodo Feldenkrais, in perfetto accordo con tale legge, propone spesso movimenti piccoli, lenti, delicati, a volte poco più di un’intenzione, per poterli esplorare nel loro processo profondo, proprio mentre si stanno “creando”

 

IL CREATORE DEL METODO: DOTT. MOSHE FELDENKRAIS (1904/1984):

Da adolescente emigrò dall’Impero Russo in Palestina.

A Parigi si laureò in Fisica ed Ingegneria meccanica ed elettronica,

Collabora come ricercatore con il premio Nobel Pierre Joliot Curie.

Esperto di arti marziali; Prima cintura nera di Judo in Europa.

La sua formazione scientifica , l’interesse per le arti marziali, (allievo di Jigoro Kano) e la decisione di curarsi da sé una grave lesione ad un ginocchio lo hanno portato all' elaborazione di un sofisticato metodo di lavoro sul corpo , in cui convergono le ultime scoperte scientifiche (fisica, cibernetica biomeccanica, oltre che gli studi sulla psicologia, neurofisiologia e la linguistica) e la cultura orientale.

Dagli anni '40 si è dedicato all' insegnamento di questo metodo diffondendolo in Europa, negli Stati Uniti e in Israele. Tra i suoi allievi: David Ben Gurion, Margareth Mead, Peter Brook, Yehudi Menuhin, Leonard Bernstein, Moshé Dayan.

 

Libri di Moshe Feldenkrais

Conoscersi attraverso il movimento, Celuc, Milano 1978

Le basi del metodo per la consapevolezza dei processi psicomotori, Astrolabio, Roma 1991

Il corpo e il comportamento maturo, Astrolabio, Roma 1996

Il caso di Nora, Astrolabio, Roma 1996

Lezioni di Movimento, Edizione Mediterranee, Roma, 2003

.L’io potente, Astrolabio, Roma 2007

La saggezza del corpo, Astrolabio, Roma 2011
 

Altri libri di Moshe Feldenkrais

  • Practical Unarmed Combat, Frederick Warne & Co, Londra 1941
  • Judo: The Art of Defense and Attack, Frederick Warne & Co, New York e Londra 1944,1967
  • Higher Judo, Frederick Warne & Co, New York e Londra 1952

Pubblicazioni a cura dell’Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais

  • Bollettino annuale per i soci, ogni anno dal 1989
  • M. Feldenkrais, Corpo e mente, (articolo), Milano 1991
  • M. Feldenkrais, L’espressione corporea, (conferenza), Milano 1991
  • C. Oswald Reed, Le strategie d’intervento sui bambini che hanno una sfida fisica da vincere: come le vive il bambino, Milano 1996
  • Paul Doron-Doroftei, “Dottore, mi dica: si può aiutare?” “Chieda a lui, non a me!”, Milano 1996
  • Moshe Feldenkrais, Articoli e interviste, Milano 1997

Testi sul Metodo Feldenkrais® pubblicati in Italia

  • Ruthy Alon, Guida pratica al Metodo Feldenkrais, Edizioni RED, Como 1992
  • Ruthy Alon, Vincere il mal di schiena con il Metodo Feldenkrais, Edizioni RED , Como 1993
  • Yochanan Rywerant, Integrazione funzionale. Teoria e pratica del Metodo Feldenkrais, Ed. Astrolabio, Roma 1993
  • Anna Triebel-Thome, Il Metodo Feldenkrais. Imparare a muoversi, imparare a vivere, Edizioni RED, Como 1993
  • Francesco Ambrosio, Il Metodo Feldenkrais, Xenia Edizioni, Milano 2004
  • D. e K. Zemach-Bersin, M. Reese. Rilassarsi con il Metodo Feldenkrais, Edizioni RED, Como 1996
  • Steven Shafarman, Conoscersi e guarire. Le sei lezioni pratiche del Metodo Feldenkrais, Ed. Astrolabio, Roma 1997
  • Rainer Wilhelm, Il Metodo Feldenkrais, muoversi bene per vivere meglio, Edizioni Armenia, Milano 1998
  • Frank Wildman, Guida alla ginnastica intelligente per chi non ha tempo, Zelig Ed., Milano 2001
  • Marta Melucci, Lezioni di Metodo Feldenkrais. Per un’ecologia del movimento, Xenia Edizioni, Milano 2011